Home
stampa

La denuncia del presidente della Comunità linguistica friulana

"Il Governo ha cancellato il Friulano dalla Rai"

"Il Consiglio dei Ministri non solo non aumenta la produzione di trasmissioni in lingua friulana nel contratto di servizio con la Rai ma mentre inserisce quelle in lingua sarda cancella quelle poche ore già presenti in lingua friulana". Lo sostiene Diego Navarria, Presidente dell'Assemblea della Comunità Linguistica Friulana.

"Il Governo ha cancellato il Friulano dalla Rai"

"Il Consiglio dei Ministri non solo non aumenta la produzione di trasmissioni in lingua friulana nel contratto di servizio con la Rai ma mentre inserisce quelle in lingua sarda cancella quelle poche ore già presenti in lingua friulana". Lo sostiene oggi in una nota Diego Navarria, sindaco di Carlino (Udine) e Presidente dell'Assemblea della Comunità Linguistica Friulana. Nel testo della convenzione con la Rai per il servizio radiotelevisivo, approvato da Consiglio de Ministri venerdì scorso, Navarria sottolinea che "sono previste trasmissioni radiofoniche e televisive in lingua tedesca e ladina per il Sud Tirolo, in lingua ladina per il Trentino, in lingua Francese per la Valle d'Aosta, in lingua sarda in Sardegna e in lingua slovena in Friuli Venezia Giulia. La lingua friulana, che ora è ancora presente con misere 90 ore annue solo radiofoniche, è cancellata. Per il Governo semplicemente non esiste". Navarria richiama quindi i parlamentari del FVG, la presidente regionale Debora Serracchiani e l'assessore alla Cultura, Gianni Torrenti, "perché si mobilitino per evitare questa ulteriore discriminazione nei confronti dei friulani". 

Fonte: Comunicato stampa
"Il Governo ha cancellato il Friulano dalla Rai"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento