Chiesa

Domenica alle 10 in diretta dal Santuario della Beata Vergine delle Grazie. Oggi alle 20.30 lo streaming della Veglia dei giovani, su Radio spazio ogni sera alle 19.30 diretta della S. Messa con l'Arcivescovo. Venerdì alle 15 via Crucis con don Loris Della Pietra.

L'Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, in una lettera illustra le indicazioni per la diocesi che tengono conto delle decisioni governative e delle note della Conferenza episcopale italiana e sono in sintonia con quelle emanate dai Confratelli Vescovi della Regione Ecclesiastica del Nordest

Sospendere a livello preventivo tutte le S. Messe è "un passaggio fortemente restrittivo, la cui accoglienza incontra sofferenze e difficoltà nei Pastori, nei sacerdoti e nei fedeli" sottolinea la Conferenza episcopale in una nota, specificando che "l'accoglienza del decreto è mediata unicamente dalla volontà di fare la propria parte per contribuire alla tutela della salute pubblica”.

Alle 15 Via Crucis su Radio Spazio. Alle 19.30 S. Messa con l'Arcivescovo dalla Basilica delle Grazie, in tv, radio e streaming (anche sabato 29 febbraio). Domenica alle 10.30.

L’Arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzocato ha celebrato la S. Messa del Mercoledì delle ceneri nella Basilica delle Grazie, a Udine, in diretta in tv, radio e streaming. «In questo momento di ansia e preoccupazione diffusa, fermiamoci a riflettere su noi stessi – ha esortato nell’omelia –. Apriamo il nostro cuore per riconoscere i virus più pericolosi che contiene. Nel cuore aperto facciamo, poi, entrare una medicina salutare che è lo Spirito del Signore».

Come da tradizione l'arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, scrive ai fedeli in occasione dell'avvio della Quaresima quest'anno segnata dall'emergenza coronavirus e dalle norme restrittive atte a contenerne la diffusione. Scrive l'Arcivescovo: «non lasciamoci soffocare dalle paure o distrarre dalla curiosità; rientriamo, invece, nel nostro cuore aprendolo al desiderio di Dio e della preghiera». Qui il testo integrale

Sospesi i riti comunitari fino al 1° marzo. La Quaresima segnata dall'emergenza Coronavirus si apre con la S. Messa del Mercoledì delle Ceneri celebrata dall'Arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzocato e trasmessa in diretta tv, radio e streaming, così da consentire un'unità spirituale di preghiera attorno alla Mensa eucaristica. Tutte le informazioni e il messaggio dell'Arcivescovo

Sospese le celebrazioni pubbliche delle S. Messe, dei matrimoni e dei sacramenti. Per i funerali una breve celebrazione della Parola. Chiusi gli oratori, ma le chiese restano aperte per la preghiera personale e individuale. Mons. Andrea Bruno Mazzocato, in sintonia con gli altri Vescovi della regione, informa riguardo alle disposizioni a seguito delle misure sanitarie disposte dal Ministero della Salute volte al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019, in vigore fino a domenica prossima 1 marzo compresa. Mons. Mazzocato invita i sacerdoti a celebrare la S. Messa nella chiesa parrocchiale alla presenza di uno i due ministranti e a segnalare queste celebrazioni col suono delle campane, così da invitare i fedeli ad unirsi spiritualmente alla preghiera liturgica. L'Arcivescovo ricorda che Radio Spazio trasmette ogni sera la S. Messa dalla Basilica delle Grazie.

Parroco di Feletto dal 1976, da diversi anni era malato. Esemplare la testimonianza di affetto della comunità, che gli è stata accanto a lungo, in ospedale prima e negli ultimi mesi in canonica poi. I funerali saranno celebrati dall'Arcivescovo.

L'Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, come di consueto, coglierà l'occasione per incoraggiare i partecipanti per proseguire il loro delicato ed entusiasmante compito. Il tema che guiderà il Convegno, «La casa sulla roccia: missionari radicati in Cristo», sarà approfondito da don Luigi Maria Epicoco, sacerdote aquilano autore di numerose pubblicazioni.

Si rinnova anche nella Chiesa udinese, martedì 11 febbraio, la Giornata del malato che sarà celebrata con la Santa Messa presieduta dall'arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, in Cattedrale alle 16 (alle 15 ci sarà la recita del Santo Rosario). Come sempre la celebrazione vedrà la partecipazione dei tanti volontari dell'Unitalsi che insieme agli ammalati gremiranno la Cattedrale di Udine e ascolteranno le parole del messaggio di Papa Francesco per la Giornata, intitolato «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro» (Mt 11, 28)

Sabato 1 febbraio la Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo nella basilica delle Grazie a Udine, con la speciale benedizione delle mamme e dei papà in attesa e dei bambini presenti. Seguirà l’Adorazione eucaristica per tutta la notte in Santuario.

Parroco di Medeuzza per oltre 40 anni è spirato martedì 28 gennaio. Aveva 80 anni. I funerali saranno celebrati venerdì 31 gennaio alle 15.30 nella parrocchiale di Medeuzza

L'ha affermato l'arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, nell'omelia della Santa Messa celebrata questa mattina nella chiesa della Purità a Udine, in occasione della festa del Patrono dei giornalisti, San Francesco di Sales. "Nel conservare una buona memoria del passato – ha aggiunto mons. Mazzocato - entra a pieno titolo il compito dei mezzi di comunicazione sociale".

«Rischiamo di cominciare il prossimo anno scolastico con cattedre e posti vuoti e un nuovo esercito di precari». È il segretario della UIL Scuola del Friuli-Venezia Giulia, Ugo Previti, a tracciare la situazione del mondo scolastico regionale, con uno studio effettuato sulle domande di pensionamento e sulle richieste di quota 100 già presentate: 786 al momento, tra docenti e personale Ata.

Domenica 19 gennaio la Celebrazione ecumenica della Parola nella chiesa Evangelica metodista a Udine, presieduta dall'Arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzocato, con la partecipazione dei Pastori e responsabili delle altre Chiese presenti sul territorio

Il direttore di Voce Isontina ai vertici della Federazione settimanali cattolici: «Fare sinergia, lavorando insieme».

Classe 1924, il sacerdote, originario di Nimis, è salito alla casa del Padre lunedì 6 gennaio. Per 36 anni era stato prete, amatissimo, di Tarcento.

Don Della Pietra: «Attingendo l’acqua sulla quale è stata invocata la benedizione e portandola nelle nostre case, possiamo ancora oggi rinnovare la professione di fede nel Signore e “condire” con questa fede ogni esperienza della nostra vita».

Tra i riti più significativi, che in Friuli all'Epifania radunano persone da ogni dove, ci sono quelli antichissimi della Messa dello Spadone, a Cividale, e del Tallero a Gemona. Quest’ultimo, in particolare, quest’anno viene arricchito con la partecipazione attiva delle 12 borgate del paese, che animeranno la cittadina con un corteo storico già sabato 5. La due giorni di festa culminerà, sabato 6, nella solenne Messa in Duomo, alle 10.30, presieduta dall’Arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzocato.

Lunedì 6 gennaio la celebrazione di conclusione della fase rogatoriale del processo di beatificazione di p. Aldo Marchiol, missionario saveriano originario di Baldasseria (Udine), freddato nel 1995 in Burundi, paese al quale ha dedicato la vita e l'impegno incessante nell'evangelizzazione.

Dopo il solenne «Te Deum» – in programma in Cattedrale martedì 31 dicembre alle ore 19 – per ringraziare il Signore dei tanti doni profusi nel 2019 a tutta l’umanità, l’Arcivescovo presiederà presso la pieve di Zuglio, alle ore 23.30, la celebrazione eucaristica in occasione della tradizionale marcia della pace, appuntamento amatissimo dai friulani. Mercoledì 1° gennaio celebrerà la Santa Messa a Castelmonte e in serata in Cattedrale la solenne concelebrazione, in onore di Maria Santissima madre di Dio, invocando le grazie divine sul nuovo anno.

Lunedì 30 dicembre la comunità delle Figlie di San Paolo saluterà la diocesi con una S. Messa presieduta dall'Arcivescovo. La libreria continuerà a restare aperta.

Quella del presepio "È una bella comunità perché tutti vi trovano posto e accoglienza; c’è posto anche per i pastori, poveri e spesso disprezzati". Nell'omelia pronunciata in Cattedrale a Udine in occasione del Santo Natale mons. Mazzocato ha richiamato Papa Francesco: “una culla talmente improvvisata che i poveri attorno ad essa non stonano affatto”». "Questa comunità è e dovrebbe essere la Chiesa – ha aggiunto l'Arcivescovo –. Così dovrebbero essere le comunità cristiane della nostra città e dei nostri paesi dove nessuno scarta l’altro"

Riprende le parole di Papa Francesco, l'arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, per il suo tradizionale messaggio di Natale ai fedeli, invitandoci così a rivolgere sguardo e cuore al presepe. Qui il testo integrale e il video del messaggio.