Chiesa

Papa Francesco al Concistoro

Cardinali "non nemici, ma fratelli"

Papa Francesco ha celebrato il suo terzo Concistoro, alla vigilia della chiusura dell'Anno Santo straordinario della misericordia. 17 i nuovi cardinali, che fanno salire a 55 le porpore create in quasi quattro anni di pontificato. Fratelli, non nemici, l'invito ai nuovi membri del Collegio cardinalizio, esortati a scendere nella "pianura" dei loro popoli e ad aprire i loro occhi per curarne le ferite. No al "virus della polarizzazione e dell'inimicizia", presente anche nella Chiesa

Chiesa Udinese in lutto per la morte di don Carlo Polonia. Aveva 87 anni. Era stato parroco di Cavalicco, Carlino e Vergnacco. 

Alle 16.44 l’arcivescovo di Udine ha chiuso la Porta Santa del Giubileo straordinario della Misericordia alle spalle di circa 2 mila fedeli. "Se in tanti avremo nel cuore la misericordia di Gesù, anche le Collaborazioni pastorali, che sto proponendo, potranno avviarsi e diventare porte del Signore spalancate sul territorio friulano che invitano tutti ad entrare per trovare l’unica misericordia che guarisce i cuori e dona la speranza”

Si chiudono le porte della misericordia nelle cattedrali e nei santuari di tutto il mondo

"Più progresso e più esclusi, la grande ingiustizia di oggi"

Nella messa per il Giubileo dei senza fissa dimora: "Bisogna preoccuparsi quando la coscienza si anestetizza e non fa più caso al fratello che ci soffre accanto o ai problemi seri del mondo, che diventano solo ritornelli già sentiti nelle scalette dei telegiornali. Chiediamo la grazia di non chiudere gli occhi davanti a Dio che ci guarda e dinanzi al prossimo che ci interpella"

L'ingresso per tutte le comunità nella chiesa di Rizzolo sabato 12 novembre alle ore 17.00

Da Washington al Rojale. Nuovo parroco in 8 comunità

Don Agostino sarà coadiuvato dai missionari Saveriani che da qualche settimana risiedono nel Rojale: «Ciò che più desidero è di riuscire a sostenerci reciprocamente  nel cammino di fede, per poter sperimentare tutta la bellezza, la novità  e la speranza che la presenza di Gesù risorto, il volto della misericordia  del Padre, introduce nella vita intera».

Domenica 13 novembre alle ore 16 in Cattedrale la solenne conclusione

L'Arcivescovo chiude la Porta Santa e un anno straordinario

Dal dicembre 2015 un numero straordinario di fedeli ha varcato la Porta della Misericordia della Cattedrale di Udine, ma anche degli altri Santuari giubilari della Diocesi (Santuario della Beata Vergine delle Grazie a Udine, Castelmonte, Madonna Missionaria a Tricesimo, Monte Lussari, Sant’Antonio a Gemona)

Domenica 6 novembre, l'arcivescovo emerito di Udine, mons. Pietro Brollo, in comunione con Papa Francesco e la Chiesa universale, aprirà la "Porta della misericordia" nella casa circondariale di Udine, in occasione del Giubileo dei carcerati.

Tutte le comunità parrocchiali vivranno, con grande partecipazione di popolo, la solennità di Tutti i Santi, martedì 1° novembre, e la Commemorazione dei fedeli defunti, mercoledì 2. Due giorni di particolare significato che pongono, non solo al credente, le domande ultime sul senso della vita e sul mistero della morte, spesso rimosse nella nostra società

Celebrazione in cattedrale alle ore 17

Udine rinnova il Voto cittadino

Solenne concelebrazione eucaristica, oggi alle 17, nel santuario della Beata Vergine delle Grazie a Udine, presieduta dall'Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato per rinnovare il voto cittadino. Saranno presenti tutti i parroci della città.

"Uniamo le nostre forze, morali ed economiche, per lottare insieme contro la povertà". Lo ha detto papa Francesco al termine della messa in Piazza San Pietro per la canonizzazione di sette nuovi santi

Appuntamento a Udine venerdì 15 ottobre alle ore 18.00 al Centro Paolino d'Aquileia

Ferruccio De Bortoli apre l'anno accademico della Spes

Con De Bortoli - che ha rilasciato una ampia intervista a la Vita Cattolica nel numero in edicola domani, giovedì 13 ottobre - interviene Marco Olivetti, giurista, tra i “saggi” per le riforme nominati da Giorgio Napolitano nel 2013. La Spes, Scuola di Politica ed Etica sociale promossa dalla Diocesi di Udine, intende formare nuovi amministratori e allenare il loro sguardo al bene comune

La celebrazione presieduta dall'Arcivescovo sabato 1° ottobre alle ore 16 nel Duomo di Udine

Tre nuovi diaconi per la Chiesa Udinese: sono futuri sacerdoti

Per tutti e tre è il penultimo passo verso il sacerdozio. Sono originari di San Daniele del Friuli, Gonars e Illegio; hanno prestato servizio a Martignacco, Ampezzo e Tarcento e sono destinati alle parrocchie di Codroipo, Basaldella e S. Giorgio di Nogaro

Domenica gli spazi dell’Oratorio del Carmine si animeranno di canti, balli e musiche tradizionali, particolare attenzione sarà dedicata ai bambini. Nel corso dell’iniziativa spazio anche all’importante testimonianza di un profugo pachistano e di un rappresentante della comunità ucraina.

Poche parole, ma «intense e significative», a coronamento di una giornata «di grazia». Così l'Arcivescovo di Udine commenta lo straordinario incontro con Papa Francesco (nella foto)