Chiesa

È in calendario per venerdì 24 giugno alle ore 18 a Udine, al Centro culturale «Paolino d'Aquilieia» (in via Treppo 5/B), il convegno diocesano «Formato famiglia. Fragilità e risorse  del focolare domestico» che vedrà l'intervento di Franco Miano, docente di Filosofia morale all'Università di Roma Tor Vergata, chiamato da Papa Francesco a intervenire come esperto ai due Sinodi sulla famiglia

Lutto nelle comunità di Susans e San Tomaso di Majano per la morte di don Alfonso Barazzutti, per trent'anni e fino al 2014 parroco delle due comunità. Il sacerdote, che aveva 84 anni, è deceduto questa mattina alla Fraternità sacerdotale di Udine, dove si trovava ricoverato. I funerali saranno celebrati lunedì 27 giugno alle 15.30 nella parrocchiale di Susans.

Un migliaio di ragazzi e animatori degli oratori del Vicariato urbano sono scesi questa mattina nelle strade di Udine per il Giubileo degli Oratori organizzato dalla Consulta del vicariato urbano di Udine. Il colorato corteo è partito dal Collegio della Provvidenza e ha raggiunto la Cattedrale, dove l'Arcivescovo ha accolto bambini e ragazzi sul sagrato per il solenne passaggio della Porta della Misericordia. 

Questa mattina i ragazzi degli oratori del Vicariato urbano scendono nelle strade di Udine per il Giubileo degli Oratori organizzato dall'Ufficio per la Pastorale giovanile dell'Arcidiocesi di Udine. Alle 10.45, partenza del corteo dal Collegio della Provvidenza verso la Cattedrale, dove l'ìArcivescovo accoglierà bambini e ragazzi sul sagrato per il solene passaggio della Porta della Misericordia. 

Il messaggio del Papa all'Angelus

"Accanto ai rifugiati diventiamo artigiani di pace"

Il Papa all’Angelus, nel ricordare che domani, lunedì 20 giugno, ricorre la Giornata Mondiale del Rifugiato promossa dall’Onu, ha sottolineato che “i rifugiati sono persone come tutti, ma alle quali la guerra ha tolto casa, lavoro, parenti, amici”.

Venerdì 17 giugno la parrocchia di Gonars ospita l'evento diocesano di consegna del «Mandato» ai giovani partecipanti alla Giornata mondiale della gioventù che si svolgerà a Cracovia dal 26 al 31 luglio. Quattrocento i friulani che vivranno questa straordinaria esperienza.

Sacerdote dalla “fede autentica” e dalla “profonda onestà” che, anche nell’ultimo difficile momento della malattia “non si è scoraggiato” mantenendo una “serenità d’animo che nasceva dalla fede”. Questo il ritratto che l’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, ha fatto di don Ernesto Bianco, nel corso dei funerali celebrati questo pomeriggio nella chiesa di Pozzuolo del Friuli. 

Lutto nella chiesa udinese. È morto don Ernesto Bianco, negli ultimi anni cappellano nelle case di riposo Caris di Udine e Muner De Giudice di Pradamano. In passato è stato parroco di Masarolis e Ovaro e vicario parrocchiale a Fagagna. ha operato anche nell'Archivio storico diocesano. «Don Ernesto era un catalogatore appassionato – ricorda l’attuale parroco di Fagagna, mons. Adriano Caneva – ed è stato molto impegnato nella trascrizione delle lettere di don Francesco Placereani, storico prete autonomista friulano».

Tutti gli uomini, nessuno escluso, sono figli di Dio. Anche i profughi? Sì, anche i profughi. E tutti - e ciascuno di loro - devono chiedere perdono a Dio. Al loro Dio. E' il senso della Festa del Migrante celebrata a Udine, dalle quattro diocesi della regione insieme.

domenica 5 giugno a Udine 

Migranti cattolici in festa

Le comunità delle quattro diocesi della regione protagoniste dell'evento giubilare. Dopo il ritrovo davanti alla Cattedrale, alle 10.30 il passaggio attraverso la Porta della Misericordia e la Santa Messa presieduta dall'Arcivescovo. Al pomeriggio grande festa e spazio alle testimonianze alla Facoltà di Economia dell'Università di Udine

Anche i preti friulani a Roma per il Giubileo dei sacerdoti. Papa Francesco invita tutti a sostenere "con la vicinanza e l’affetto i sacerdoti affinché siano sempre immagine di quel Cuore pieno di amore misericordioso”.

Il Papa al Giubileo dei diaconi ha parlato nuovamente dell'emergenza profughi

"Gli emigranti non sono un pericolo, ma sono in pericolo”

Sabato 28, davanti a 500 bambini, Francesco ha parlato di chi muore scappando dal proprio Paese in pericolo. Oggi ai diaconi ha raccomandato che "chi è al servizio degli altri non è geloso custode del suo tempo, anzi rinuncia ad essere padrone della propria giornata e sa che il tempo non gli appartiene".

Domenica 29 maggio in Cattedrale a Udine

Corpus Domini con l'Arcivescovo

Domenica 29 maggio, nella solennità del santissimo Corpo e Sangue di Cristo, mons. Andrea Bruno Mazzocato celebra la Santa Messa in Duomo a Udine, alle 19; a seguire la processione per le vie centrali della città

L'invocazione di Papa Francesco al Regina Coeli, nella solennità di Pentecoste. “Lo Spirito Santo – ha detto Bergoglio - dia forza a tutti i missionari ad gentes e sostenga la missione della Chiesa nel mondo intero”.Un pensiero speciale anche per gli Alpini riuniti ad Asti per l'adunata speciale.

SI è svolta sabato 14 maggio, in tutte le parrocchie dell'Arcidiocesi di Udine, la raccolta degli indumenti usati organizzata dalla Caritas diocesana di Udine e giunta alla 20ª edizione. Anche quest’anno il ricavato della raccolta di indumenti usati sarà destinato a sostenere la mensa diocesana «La Gracie di Diu» che dà continuità, attraverso la Caritas, alla tradizione avviata dai Frati Minori di via Ronchi a Udine nei confronti delle persone in difficoltà.

Si rinnova questa sera il tradizionale e atteso incontro di preghiera dei giovani della Diocesi di Udine con l’Arcivescovo, mons. Andrea Bruno Mazzocato, in occasione della Pentecoste. Alle ore 20.30 nella Cattedrale di Udine sono attese centinaia di giovani, assieme ai loro catechisti ed animatori,  per la veglia diocesana che quest'anno ha come titolo: «Luce dello Spirito, Luce di Misericordia».

Grande Veglia di Pentecoste con l'Arcivescovo di Udine, sabato 14 maggio alle ore 21 in Cattedrale. Una celebrazione che vedrà raccogliersi attorno a mons. Andrea Bruno Mazzocato in particolare tutti gli aderenti a movimenti, associazioni ed aggregazioni laicali che compongono la Consulta diocesana dei laici associati.

Torna, sabato 14 maggio, la tradizionale raccolta di indumenti usati, organizzata dalla Caritas diocesana di Udine. L'iniziativa, giunta quest'anno alla sua 20ª edizione, è un momento di solidarietà concreta e corale per raccogliere fondi destinati ad aiutare le fasce più deboli della società, ma è anche occasione di incontro e di aggregazione. Non solo. Apre, infatti, uno spazio di riflessione con l'obiettivo di promuovere un migliore utilizzo delle risorse e il rispetto per l'ambiente.

Celebrate a Fagagna le esequie del sacerdote che ha curato la formazione di generazioni di seminaristi

L'Arcivescovo: "Mons. Lizzi, un formatore d'eccezione"

L'Arcivescovo di Udine, dopo aver ricordato il calvario della malattia che si protraeva da un paio d'anni, nell'omelia ha sottolineato il grande impegno come formatore dei giovani seminaristi nella sua veste di scrupoloso teologo moralista. Ma anche il mondo laicale apprezzò la sua preparazione teologica e la sua capacità comunicativa. 

Domenica 8 maggio alle 10.30 raduno delle croci presso la chiesa della Beata Vergine delle Grazie, quindi la processione e il rito plurisecolare

Rivive a Zuglio l'antico bacio delle croci

Si rinnova domenica 8 maggio a Zuglio uno dei rituali di religiosità popolare più antichi conosciuti in regione. Un bacio simbolico tra croci che rappresentano la fratellanza di genti, territori e religioni, che ogni anno richiama nell’antica Iulium Carnicum migliaia di fedeli

Si celebra il Giubileo dei ministranti. Messa in Cattedrale alle ore 10.30

Udine "invasa" da un migliaio di chierichetti il 1° maggio

Sono oltre 3 mila i giovanissimi che in diocesi offrono con gioia il loro servizio liturgico attorno all’altare delle nostre parrocchie, un vero dono per la comunità cristiana. Quest’anno il tradizionale appuntamento con la grande festa a loro dedicata, domenica 1 maggio, sarà un vero e proprio Giubileo.

Come richiesto da papa Francesco, domenica 24 aprile, i proventi raccolti durante le Sante Messe, insieme ad una consistente somma di denaro messa a disposizione dallo stesso Santo Padre, saranno destinati alle emergenze umanitarie in Ucraina.

La giornata di Francesco a Lesbo con Bartolomeo I e Ieronymos II. Il messaggio ai rifugiati del “Mòria refugee camp”: “Non siete soli”. E ancora: “Non perdete la speranza”. Il gesto delle corone di fiori in mare. La decisione di accompagnare a Roma con l’aereo papale tre famiglie di rifugiati dalla Siria, 12 persone in tutto, di cui 6 minori