Chiesa
stampa

"Supereremo la pandemia crescendo nell’amore"

Il forte messaggio dell’Arcivescovo nella celebrazione di Ognissanti in Cattedrale. “Non vinceremo la pandemia lasciandoci paralizzare dalla paura e chiudendoci sempre più in noi stessi. La sconfiggeremo crescendo nell’amore, nella solidarietà reciproca, rafforzando – pur con le dovute attenzioni – rapporti sinceri tra noi, tenendo il cuore aperto a chi ha più bisogno. In questo modo usciremo dalla pandemia più purificati da tanti individualismi ed egoismi. Usciremo più santi”.

"Supereremo la pandemia crescendo nell’amore"

“Non vinceremo la pandemia lasciandoci paralizzare dalla paura e chiudendoci sempre più in noi stessi. La sconfiggeremo crescendo nell’amore, nella solidarietà reciproca, rafforzando – pur con le dovute attenzioni – rapporti sinceri tra noi, tenendo il cuore aperto a chi ha più bisogno”. È un messaggio forte, di incoraggiamento e di speranza, quello pronunciato oggi in Cattedrale a Udine dall’Arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzocato, in occasione della celebrazione di Ognissanti. Nel pomeriggio poi l’Arcivescovo ha presieduto i Vespri solenni e benedetto le tombe nel cimitero monumentale di Udine.

Commentando un brano dell’Apocalisse in cui S. Giovanni contempla il paradiso abitato da una moltitudine di martiri, mons. Mazzocato ha richiamato i recenti episodi di Nizza. Tra i martiri “intravvediamo, oggi, i volti miti del fedele sacrestano della cattedrale di Nizza e delle due donne che si erano recate lì a pregare, giovedì scorso, all’inizio della giornata. Su di loro si è avventata una mano d’uomo armata da quell’odio diabolico che non sopporta il nome di Cristo”. Odio “che non può nascere da nessuna sincera religione – ha sottolineato con forza l’Arcivescovo -, anche se l’assassino gridava, in lingua straniera, il nome di Dio”.

“Sappiamo che continua ad aumentare in diverse parti del mondo il numero dei cristiani che subiscono persecuzione fino alla morte per la loro fede – ha proseguito mons. Mazzocato -. Spesso vengono ignorati dai grandi mezzi di comunicazione a meno che non capitino eventi clamorosi come è successo nella cattedrale di Nizza. La Chiesa oggi li ricorda tutti perché, con il loro inerme sacrificio, partecipano alla vittoria che Gesù, Agnello immolato sulla croce e risorto da morte, ha realizzato sul Principe del male che continua a trovare alleati nella sua azione di odio e di morte”.

Nella solennità di Ognissanti la Chiesa ricorda anche i martiri della carità, ha aggiunto l’Arcivescovo. “Sono tutti quei cristiani che si sono consumati nel dono di se stessi ai fratelli sino alla fine dei loro giorni, che hanno fatto della loro vita un sacrificio di amore. Alcuni sono stati dichiarati ufficialmente santi dalla Chiesa per la loro carità eroica. Ma se ci soffermiamo a pensare un momento, affiorano certamente alla nostra memoria tanti altri che Papa Francesco definisce: “santi della porta accanto””. “Tutti possiamo ricordare con riconoscenza i volti miti e sereni di parenti, amici, sacerdoti, suore, laici che hanno speso i loro giorni e le loro forze in un amore fedele e silenzioso che ha fatto tanto del bene anche a noi – ha incoraggiato mons. Mazzocato -. In questa S. Messa li preghiamo perché sono anch’essi tra la moltitudine di santi che sta davanti al Trono di Dio e dell’Agnello. Hanno la veste bianca perché l’hanno lavata, giorno dopo giorno, nel Sangue di Cristo che è la sorgente del vero amore di cui sono nutriti. Chi si lava e si purifica nell’amore di Gesù diventa candido e splendente come lo è Lui”. “Tutti questi santi ci mostrano la strada su cui val la pena di camminare per rendere preziosa la nostra esistenza terrena. È la via dell’amore di Gesù che possiamo ricevere anche stamattina dell’eucaristia e portare, poi, a chi ci sta vicino”.

Ecco “la direzione giusta anche per superare la tribolazione della pandemia che ci sta addosso”, ha incoraggiato il pastore della Chiesa friulana. “Crescendo nell’amore e nella solidarietà reciproca, usciremo dalla pandemia più purificati da tanti individualismi ed egoismi. Usciremo più santi”.

"Supereremo la pandemia crescendo nell’amore"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento