Cronaca

"L'obiettivo è restituire alla comunità un porto pienamente fruibile dopo l'ondata di piena che lo ha seriamente compromesso nel novembre dello scorso anno".

Secondo il primo cittadino le scadenze previste dal Dpcm non trovano motivazione ragionevole in città. "Udine presenta dati tra i migliori del Nord Italia per quanto riguarda i casi di positività da Covid-19". E "mantenere ferma la data del primo giugno per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri significa condannare a morte un intero comparto e creare drammatici danni economici il cui impatto sarà di portata decennale" 

De Nicolo: "Vogliamo capire le dimensioni del fenomeno e se era evitabile". "Non puntiamo il dito contro il personale delle case di riposo che ha patito già, anche personalmente, l'effetto del coronavirus". Gli accertamenti partiranno dalle strutture più colpite.

Salgono a 462 i casi positivi, anche una bambina di 5 mesi, che non presenta sintomi e non desta preoccupazione

Rispetto a questa mattina è stata accertata una positività in più. Quattro  persone sono ricoverate in ospedale, due a Udine e due a Trieste, mentre gli altri sono a casa in isolamento e risultano al momento in buone condizioni di salute. Avviata la sanificazione del Consiglio regionale, dopo la positività al tampone del consigliere Gabrovec

Le nuove disposizioni per l'emergenza coronavirus, prese d'intesa tra i vescovi della regione. "Si continui la celebrazione delle S. Messe festive e feriali (compresi i funerali), degli altri sacramenti e degli appuntamenti di preghiera che caratterizzano il tempo di Quaresima", si legge nel documento. "È, però, molto importante assicurare l’osservanza delle norme di sicurezza richieste dal Decreto governativo, in particolare di quella che si riferisce al rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con la conseguente riduzione dei partecipanti alla celebrazione".