Cronaca
stampa

Morti nelle case di riposo, la Procura apre un'inchiesta

De Nicolo: "Vogliamo capire le dimensioni del fenomeno e se era evitabile". "Non puntiamo il dito contro il personale delle case di riposo che ha patito già, anche personalmente, l'effetto del coronavirus". Gli accertamenti partiranno dalle strutture più colpite.

Morti nelle case di riposo, la Procura apre un'inchiesta

La Procura di Udine ha aperto un'indagine conoscitiva sui casi dei decessi degli anziani ospiti avvenuti nelle case di riposo del territorio a seguito dell'emergenza Coronavirus. Lo conferma il Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo che, insieme con il Procuratore aggiunto Claudia Danelon, ha deciso di iscrivere allo stato, d'iniziativa, un fascicolo come atti relativi senza indagati e senza ipotesi di reato. "Vogliamo capire le dimensioni del fenomeno e se era evitabile. E' una domanda doverosa ma procediamo con molta prudenza nella consapevolezza che si tratta di un'emergenza sanitaria ed epidemiologica senza precedenti, totalmente nuova", ha affermato il Procuratore capo De Nicolo. "Non puntiamo il dito contro il personale delle case di riposo che ha patito già, anche personalmente, l'effetto del coronavirus". Gli accertamenti partiranno dalle strutture più colpite dal fenomeno e sono delegati ai Carabinieri del Nucleo antisofisticazione (Nas) di Udine che nei giorni scorsi, come nel resto d'Italia, avevano già avuto accesso alle strutture per controlli di natura amministrativa.

Morti nelle case di riposo, la Procura apre un'inchiesta
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento