Cultura e spettacoli
stampa

A Udine, l'arte sacra dalla polvere del terremoto alla luce

Il 15 aprile a Udine inaugurazione della mostra organizzata dal Museo diocesano sul restauro dell'arte sacra dopo il terremoto del 1976

A Udine, l'arte sacra dalla polvere del terremoto alla luce

Nel quarantesimo anniversario del terremoto, il Consiglio regionale del FVG promuove una serie di rassegne fotografiche che saranno allestite in diversi centri e inaugurate nelle prossime settimane. Il primo appuntamento è con la mostra "Dalla polvere alla luce. Arte sacra nel terremoto 1976-2016" sul salvataggio, il restauro e la valorizzazione del patrimonio artistico mobile di carattere religioso. Organizzata dal Museo Diocesano di Udine e dalla Deputazione di Storia Patria per il Friuli, e allestita a Udine nella chiesa di Sant'Antonio abate e nel vicino Museo Diocesano e Galleria del Tiepolo, sarà inaugurata venerdì prossimo, 15 aprile, alla presenza del presidente del Consiglio regionale, Franco Iacop, del vicario generale dell'Arcidiocesi di Udine, mons. Guido Genero, del direttore del Museo Diocesano di Udine, Giuseppe Bergamini e di Lionello D'Agostini, presidente della Fondazione CRUP che ha contribuito alla realizzazione della mostra. L'esposizione udinese, curata da Dania Nobile e Paolo Pastres, ricostruisce lo straordinario sforzo corale della cultura e delle istituzioni friulane, coronato da successo. Nell'occasione sarà presentato anche il catalogo, riccamente illustrato e arricchito da alcuni saggi che approfondiscono gli aspetti legati al recupero dell'arte religiosa dopo il terremoto del 1976 e, nel contempo, indagano sulle nuove forme di prevenzione antisismica applicate ai beni mobili. L'esposizione resterà aperta fino al 22 maggio. 

Fonte: Comunicato stampa
A Udine, l'arte sacra dalla polvere del terremoto alla luce
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento