Regione
stampa

Covid, si valuta la riconversione dell'ospedale di Palmanova

«Servono fino a 200 posti letto. Garantite emergenza e dialisi»

Covid, si valuta la riconversione dell'ospedale di Palmanova

"Oltre alle manovre già eseguite per trovare degli spazi nei quali dare risposte alla crescita della curva dei contagi, oggi servono almeno ulteriori 150-200 posti letto per i ricoveri. Stiamo valutando, per affrontare la media intensità, di riconvertire una parte dell'ospedale di Palmanova in una struttura dedicata al Covid-19, lasciando attive alcune funzioni a partire dall'emergenza e dalla dialisi". Lo ha detto il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, durante un incontro in videoconferenza con Cgil, Cisl e Uil.

"L'orientamento verso Palmanova - ha spiegato - nasce dalla capacità del nosocomio palmarino di dare risposte anche nel caso emergessero complicazioni, vista la possibilità di trasformare le sale operatorie in terapie intensive. Sarà un decisione delle prossime ore".

Riccardi - riporta una nota della Regione Fvg - ha poi ricordato che dal 25 ottobre al 1 novembre le terapie intensive sono passate da 23 a 38, la curva dei ricoveri da 112 a 180 casi e la crescita degli isolamenti da 2900 a 5158. Su questo ultimo punto, il vicegovernatore ha informato sulla necessità di individuare luoghi per le cure a bassa intensità "che non possono esser risolte con la domiciliarità che resta, laddove possibile, la prima scelta. Le aziende sanitarie stanno attivando manifestazioni di interesse per l'individuazione di queste strutture".

Covid, si valuta la riconversione dell'ospedale di Palmanova
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento