Economia
stampa

Abs, cassa per 1000 lavoratori

Accordo con i sindacati all'azienda di Cargnacco del Gruppo Danieli. Sarà usata per 7 settimane dal 25/11

Abs, cassa per 1000 lavoratori

Un accordo di cassa integrazione ordinaria è stato sottoscritto ieri dai vertici della Abs - acciaierie Bertoli-Safau di Cargnacco - e i sindacati. La cassa interesserà 1.111 lavoratori, 808 operai e 303 impiegati e sarà utilizzata in maniera flessibile per sette settimane, a partire dal 25 novembre. Lo rendono noto fonti sindacali. La cassa è stata firmata all'esito di un'intesa tra i vertici delle Acciaierie Bertoli Safau e i rappresentanti sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil.

L'accordo - che sarà illustrato ai lavoratori con assemblee in programma nelle prossime settimane - prevede che la cassa integrazione potrà essere attivata in base alle esigenze dei singoli reparti e in base agli ordini. Consentirà di gestire le ore non produttive, in base ai carichi di lavoro. La necessità di ricorrere alla cassa è frutto dell'attuale crisi del mercato dell'acciaio, su cui incidono in maniera importante a livello mondiale i dazi e le guerre commerciali tra Cina e Stati Uniti e che riguarda un'ampia fetta del settore metalmeccanico.

La situazione dell'acciaieria friulana - secondo fonti sindacali - non desta particolare preoccupazione. L'Abs, società del gruppo Danieli, sta infatti portando avanti un importante investimento proprio sull'impianto siderurgico di Cargnacco.

Abs, cassa per 1000 lavoratori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento