Nell'omelia della Santa Messa del Crisma che ha chiuso la Quaresima dando avvio al Triduo pasquale, l'Arcivescovo di Udine, Andrea Bruno Mazzocato, ha ricordato il rogo che ha distrutto Notre Dame: «Il fuoco inesorabile che la consumava mi richiamava un rogo ben più grave; quello che da tempo sta cancellando  nelle coscienze e nella società l’orientamento a Dio e alla sua gloria».

"Ascoltando i dialoghi tra le persone, compresi quelli trasmessi dai mezzi di comunicazione, si ha l’impressione che si veda davanti un futuro sempre meno illuminato e che i cuori siano gravati da un’ombra di rassegnazione. Senza speranza, però, si trascina la vita accontentandosi di interessi sempre più piccoli, di soddisfazioni ed emozioni a corto respiro. Abbiamo più che mai bisogno di testimoni di quella speranza che Gesù ha reso possibile risorgendo dai morti il giorno di Pasqua". Il video a questo link: http://www.diocesiudine.it/ecco-il-messaggio-dellarcivescovo-di-udine-ai-fedeli-per-la-pasqua-2019/

Approvato in via preliminare il programma annuale regionale sull'immigrazione. Stanziati 6 milioni 417 mila euro. Le azioni previste si suddividono in 4 aree tematiche: Legalità, sicurezza, rimpatri (finanziata con 550mila euro complessivi); Minori stranieri non accompagnati e neomaggiorenni (5.067.894,39 euro); Soggiornanti di lungo periodo (800mila euro) e Fondi Comunitari e strumenti. 

Il periodo in cui i cristiani celebrano nel modo più intenso i più alti misteri della loro fede – la Passione, morte e resurrezione di Cristo Signore – è scandito in tutte le parrocchie da un fitto calendario di appuntamenti. Qui il programma delle celebrazioni diocesane.

Fotografia della Cisl sullo stato di salute delle famiglie del Fvg. La debole ripresa dell’economia non porta miglioramenti significativi nel benessere delle famiglie, andando pesantemente ad incidere sulla tenuta complessiva del tessuto sociale, sempre più fragile e caratterizzato da un preoccupante ampliamento delle maglie della povertà. 

La presidente di Confindustria Udine, Anna Mareschi Danieli, ha esposto a palazzo Antonini le bandiere friulana, italiana ed europea, messaggio europeista in vista delle elezioni. "Spetta a ciascuno di noi assumere una posizione chiara e decisa contro chi vuole convincerci che sarebbe meglio tornare ad essere i ‘padroni a casa nostra’. 

Dal 16 al 19 maggio il festival indagherà come diversi tipi di "contagio" possano toccare l'economia, l'informazione la società in genere.