Regione
stampa

Lignano e Grado ripartono

Buona affluenza nel week end. Pochi alberghi riaperti, si attende la decisione dell’Austria su confini

Lignano e Grado ripartono

Riapre la stagione balneare a Grado e Lignano Sabbiadoro e, nel primo fine settimana di mare, spiagge e stabilimenti sono rimasti aperti al pubblico con tutti i servizi attivi e un buon afflusso di bagnanti.

 

Lignano. Rimangono chiusi ancora alcuni alberghi, "ma si stanno preparando a riaprire in tempi brevi". E' il bilancio del sindaco, Luca Fanotto, dopo il primo fine settimana di balneazione con le nuove regole anti covid. "Di persona ho riscontrato un ottimo movimento - ha detto il primo cittadino - e questi risultati di affluenza sono stati confermati da tutti i report che ho raccolto". "Il comportamento dei turisti - ha aggiunto il sindaco - è stato rispettoso delle norme di sicurezza, cioè il distanziamento sociale e l'uso dei dispositivi di protezione individuale". Fanotto ha espresso il suo apprezzamento anche per i gestori dei locali, "che hanno adeguato il loro servizio alle esigenze della situazione post-Covid". E ha riferito che "la stragrande maggioranza degli esercenti assicura il servizio solo al tavolo, specialmente all'esterno del locale, rispettando anche in questo caso le distanze di sicurezza, facendo usare le mascherine al personale e mettendo a disposizione gel disinfettante". A Lignano, dunque, "c'è un ottimo livello di servizio, in armonia con le norme, e tutto questo è stato realizzato in tempi record, facendo i salti mortali".

 

Grado. "Promossa" la prima domenica della stagione turistica a Grado, ma sono ancora diverse le incognite sul futuro: dalla riapertura degli alberghi, vincolata anche alla riapertura dei confini con l'Austria, ai servizi in città, come l'accesso alle aree gioco per i bambini. Anche a Grado l’afflusso di visitatori è stato significativo, senza registrare particolari criticità legate al rispetto delle misure anti covid. "La Polizia locale non ha dovuto elevare nemmeno una multa - riferisce il sindaco, Dario Raugna -: a parte qualche caso sparuto, per il quale è stato necessario un rimprovero, in generale è subentrata un'encomiabile coscienza collettiva. Adesso attendiamo indicazioni per alcune aperture per le quali le linee guida fornite dal Governo sono assoldamenti inattuabili: mi riferisco ai parchi giochi, che in una località balneare rappresentano un servizio importante". Il sindaco ha anche fatto sapere che il servizio di picchettamento della spiaggia libera, che garantisce aree distanziate per i bagnanti, ha funzionato: "Il primo test ha evidenziato l'attenzione degli ospiti al rispetto delle regole e la necessità di posizionare altri paletti perché gli attuali sono insufficienti". Segnali positivi condivisi da Alessandro Lovato, ad di Grado Impianti Turistici e proprietario di una struttura alberghiera: "Il test è stato superato - ammette - anche se ci sono ancora tanti aspetti da chiarire, come la sanificazione dei lettini. In generale, siamo pronti ad accogliere i turisti, anche se le regole attuative dovranno essere chiare per il pubblico e il privato". Capitolo a parte per l'apertura degli alberghi: "Per ora è operativo meno del 10% del totale - precisa Lovato - mercoledì ci aspettiamo notizie positive dall'Austria, che rappresenta il nostro principale bacino d'utenza. Alcuni colleghi apriranno il 12, altri dal primo luglio, ma tutto dipenderà dall'accessibilità delle frontiere. La gestione di un'attività ricettiva è complessa e deve essere economicamente sostenibile".

Lignano e Grado ripartono
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento