Sport
stampa

Pordenone: addio al sogno A

Ramarri fermati in semifinale dal Frosinone. Mister Tesser: "avremmo meritato qualcosa di più".

Pordenone: addio al sogno A

Si è fermata in semifinale la stagione da sogno del Pordenone, al suo primo campionato assoluto in serie B. Nonostante la vittoria della gara d’andata, mercoledì 12 agosto i neroverdi non sono riusciti a superare il Frosinone che li ha battuti, al Rocco di Trieste, per 2 reti a 0. Arrestata così la corsa per la promozione in A (la finale si giocherà tra Spezia e Frosinone).

Restano i tanti applausi per una stagione indimenticabile che ha visto il Pordenone confermarsi come squadra rivelazione del campionato cadetto.

Attilio Tesser, allenatore del Pordenone, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match: "Purtroppo è molto dura per chi sbaglia l'approccio iniziale, non siamo abituati a palcoscenici così importanti. Abbiamo pagato il primo quarto d'ora, nel secondo tempo abbiamo creato almeno cinque occasioni ma non siamo riusciti a segnare: nelle due partite avremmo meritato ampiamente di passare il turno sia per le chance avute che per il gioco espresso, ma il calcio è questo. A vedere i miei ragazzi in lacrime mi si è spezzato il cuore, hanno fatto un campionato straordinario stando sempre nelle prime 3-4 posizioni: c'è dispiacere per la società che ci ha messo nelle condizioni di lavorare bene, forse dobbiamo lavorare il doppio rispetto agli altri ma sono veramente orgoglioso di tutti loro".

Pordenone: addio al sogno A
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento