Regione
stampa

Effetto Covid sul lavoro in Fvg: meno commercianti, più dipendenti pubblici e collaboratori domestici

Crollano i redditi dei professionisti (-13,7%). Oltre 22mila pensionati ancora attivi. Indagine Ires Fvg su dati Inps

Effetto Covid sul lavoro in Fvg: meno commercianti, più dipendenti pubblici e collaboratori domestici

Nel 2020 i lavoratori assicurati presso le diverse gestioni previdenziali Inps in Friuli-Venezia Giulia sono stati quasi 561.000, un numero sostanzialmente invariato rispetto all’anno precedente. Questa apparente stabilità nasconde tuttavia delle dinamiche molto differenziate in base alla posizione prevalente dei lavoratori nell’anno. Da una parte si è registrato un significativo calo dei commercianti (-2,3% rispetto al 2019), che operano in uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia; sono infatti inclusi in questa categoria anche i lavoratori autonomi che operano nel turismo. Si riscontra poi una contrazione degli occupati dipendenti nel privato (-2,6%, in termini assoluti quasi -9.000 unità), in particolare quelli a tempo determinato e stagionali, e dei collaboratori (-7,9%). Quest’ultima categoria comprende principalmente: le collaborazioni coordinate e continuative, i collaboratori di giornali, riviste, enciclopedie e simili; i dottorati di ricerca, gli assegni, le borse di studio erogate dal Miur, i medici in formazione specialistica; i venditori porta a porta, gli associati in partecipazione. Lo rende noto il ricercatore dell’Ires Fvg Alessandro Russo che ha rielaborato dati Inps.

Effetto Covid sul lavoro in Fvg: meno commercianti, più dipendenti pubblici e collaboratori domestici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento