Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Cronaca

“A giugno ridotti i flussi di migranti”

L’ha affermato il prefetto Pietro Signorello, prefetto di Trieste, città terminale della “rotta balcanica”

“Stiamo registrando un minore slancio negli arrivi a Trieste, siamo molto attenti a verificare se si tratta di una condizione momentanea o se per caso questa riduzione di flussi si confermerà anche nelle prossime settimane”. A rilevarlo è Pietro Signoriello, prefetto di Trieste, città terminale della cosiddetta ‘rotta balcanica’. Signoriello spiega come “i flussi registrati a giugno e anche nei primi giorni di luglio mostrano una diminuzione degli arrivi, rispetto al trend dei primi cinque mesi dell’anno”, specificando che si tratta di “dati molto simili ai numeri del 2022”. Infine, il prefetto ha ricordato che comunque “la situazione dell’accoglienza a Trieste mostra un settore saturo. Siamo molto attenti, in questo momento, a capire quali saranno le conseguenze dell’intesa con la Tunisia sul controllo sbarchi, e se produrrà effetti significativi. In base a quello che succederà, si potrebbero verificare interventi per il ricollocamento dei migranti che non riusciamo ad accogliere”.

Articoli correlati

Poste italiane cerca portalettere

Poste Italiane ricerca in Friuli-Venezia Giulia portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro domenica 26 maggio, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del…