Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Cronaca

Al Presepe di sabbia di Lignano con visita virtuale

A far da cornice all’iniziativa le riflessioni d’Avvento di padre Ermes Ronchi, i racconti di natale di Massimo Somaglino e un concerto lirico.

Torna a Lignano anche quest’anno, grazie all’associazione “Dome aghe e savalon d’aur”, ideatrice dell’iniziativa il “Presepe di sabbia”, realizzato dagli scultori dell’Accademia della sabbia, sotto la direzione artistica di Patrizia Comuzzi.

Allestita come di consueto nella tensostruttura sull’arenile nelle vicinanze di Terrazza a Mare, la mega opera si presenta però in una formula nuova. Fino a quando le limitazioni imposta dalla pandemia non rientreranno si potrà infatti ammirare solo mediante una visita virtuale. “La cura. L’amore. La speranza”, il titolo dell’opera quest’anno.

Al “virtual tour” si accede dal sito www.presepelignano.it o dalla pagina Facebook “Associazione dome aghe e savalon d’aur”.

A far da cornice all’iniziativa, diversi appuntamenti. I tempi dell’Attesa (Avvento) e delle festività saranno scaditi da una serie di eventi culturali, musicali e d’intrattenimento registrati e messi in onda dalla grande “piazza” del Presepe di Sabbia e condivisi attraverso i social. Grazie alla collaborazione con l’assessorato alla cultura di Lignano, si comincerà con le riflessioni d’Avvento di padre Ermes Ronchi, teologo e biblista friulano, autore di numerose pubblicazioni, volto noto della televisione per aver condotto per anni nell’ambito della trasmissione “A sua immagine” il commento al Vangelo. Raffaella Beano, direttrice del Comitato scientifico del Centro studi dedicato a Padre David Maria Turoldo di Coderno di Sedegliano sarà in dialogo con il relatore padre Ermes Ronchi che ne è il presidente. Sempre in collaborazione con il Comune, l’attore Massimo Somaglino proporrà dal presepe due racconti “per Natale”: “Il principe felice” di Oscar Wilde e “Canto di Natale” di Charles Dickens. Un concerto lirico per gli auguri natalizi sarà invece proposto dal tenore di origini lignanesi Alessandro Cortello e ancora il lignanese Lorenzo Vignando (alias Ukulollo) si esibirà con il suo inseparabile ukulele.

In attesa di poter accedere fisicamente al Presepe di Sabbia sotto il tendone della spiaggia gli organizzatori hanno allestito in piazza San Giovanni Bosco prospiciente la Chiesa di Lignano un piccolo presepe di sabbia. È un rassicurante messaggio identitario e di appartenenza quello evocato da questa piccola opera d’arte, già da oggi fruibile dai passanti: una struggente Natività collocata in un casone della laguna di Marano, riconoscibile oltre il Faro Rosso ormai simbolo ed emblema di Lignano.

Articoli correlati

Poste italiane cerca portalettere

Poste Italiane ricerca in Friuli-Venezia Giulia portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro domenica 26 maggio, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del…