Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Chiesa

Alla Pieve di Zuglio con mons. Zenari

Domenica 9 giugno, i fedeli delle comunità della Carnia si ritroveranno nella Pieve di San Pietro, a Zuglio, per una giornata di Festa sotto il mantello della Beata Vergine, Regina della Pace e delle Pievi della Carnia. In mattinata S. Messa con il nunzio in Siria mons. Zenari e processione, nel pomeriggio concerto col maestro Delle Vedove e la Cappella musicale della Cattedrale di Udine e testimonianze.

Domenica 9 giugno, i fedeli delle comunità della Carnia si ritroveranno nella Pieve di San Pietro, a Zuglio, per una giornata di Festa sotto il mantello della Beata Vergine, Regina della Pace e delle Pievi della Carnia. La solenne S. Messa, alle 10.30, sarà presieduta dal card. mons. Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria e già titolare della sede vescovile di Zuglio per 17 anni. La liturgia sarà animata dal Coro femminile San Giacomo di Pasian di Prato, diretto dal maestro Giulio Tavian. Al termine della solenne celebrazione, i fedeli raggiungeranno in processione il sottostante Santuario per l’intronizzazione della Statua della Beata Vergine. A seguire, per chi lo desidera, ci sarà la possibilità di pranzare alla Polse (previa prenotazione, tel. 0433/92296).

La giornata, organizzata dall’Arciconfraternita dello Spirito Santo, insieme alla parrocchia di San Pietro, alla Fondazione la Polse di Cougnes e al Comitato operativo della Pieve, proseguirà nel pomeriggio con il ritrovo nella Pieve alle 17. Dopo i saluti del priore dell’Arciconfraternita, del sindaco di Zuglio, e del Prevosto, si terrà il concerto per organo con il maestro Beppino Delle Vedove e canti eseguiti dalla Cappella musicale della Cattedrale di Udine diretta dal maestro Davide Basaldella. A seguire, testimonianze e memorie su mons. Luigi Paulini (Formeaso), mons. Elio Venier (Zuglio), don Pietro Siccorti (Sezza), don Luigi Dorissa (Fielis). Alle 19 un rinfresco.

Articoli correlati

Il nostro «sì» per tutta la vita

Raymond ha assaporato la gioia e l’entusiasmo dello spendersi per la Chiesa grazie al nonno catechista, in Ghana. Bernard, pure lui ghanese, ha lasciato un lavoro avviato in banca per seguire la vocazione. Insieme sono giunti…