Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Cronaca

Domenica 19 Giornata mondiale dei poveri. Open day alla mensa diocesana

Papa Francesco: «Coinvolgersi in prima persona è la vocazione di ogni cristiano»

La Giornata mondiale dei Poveri «è un appuntamento che progressivamente la Chiesa sta radicando nella sua pastorale, per scoprire ogni volta di più il contenuto centrale del Vangelo». Con queste parole Papa Francesco apre il messaggio rivolto alla Chiesa in occasione di questa Giornata mondiale, che in tutto il mondo si celebrerà la penultima domenica dell’anno liturgico, quest’anno il 19 novembre. «I poveri – scrive Papa Francesco – diventano immagini che possono commuovere per qualche istante, ma quando si incontrano in carne e ossa per la strada allora subentrano il fastidio e l’emarginazione. La fretta, quotidiana compagna di vita, impedisce di fermarsi, di soccorrere e prendersi cura dell’altro. La parabola del buon samaritano (cfr Lc 10,25-37) non è un racconto del passato, interpella il presente di ognuno di noi. Delegare ad altri è facile; offrire del denaro perché altri facciano la carità è un gesto generoso; coinvolgersi in prima persona è la vocazione di ogni cristiano».

“Open day” alla Mensa diocesana della Caritas

A proposito di coinvolgimento in prima persona, tra le innumerevoli realtà caritative delle Parrocchie e delle Collaborazioni pastorali figurano anche alcune opere-segno curate dalla Caritas diocesana. Una di queste, la mensa diocesana “La Gracie di Diu” di via Ronchi, nel capoluogo friulano, apre le porte non solo ai bisognosi, ma anche a chi desidera conoscerne la realtà, con la sua missione di solidarietà e fraternità. Domenica 19 novembre, dunque, proprio in occasione della Giornata mondiale dei Poveri, la Caritas diocesana propone un “open day”, una giornata con una giornata con apertura straordinaria ai cittadini, alle famiglie, ai gruppi che desiderino scoprire la realtà della mensa “La Gracie di Diu”. Appuntamento dalle 15 alle 18 per turni di visita di circa mezz’ora. Si potrà accedere liberamente dalla portineria della mensa, in via Ronchi n. 2.

Nel solo 2022 la Mensa “La Gracie di Diu” ha sostenuto 862 beneficiari, per il 91% non italiani. I 10 operatori, assistiti da 166 volontari, hanno erogato 96.867 pasti, a cui si aggiungono 815 pacchi di viveri a sostegno di 78 famiglie (con una media di oltre 10 pacchi a famiglia). Dei quasi 97mila pasti, circa 66mila sono stati offerti agli ospiti della mensa; altri 9mila sono stati devoluti alle persone accolte dall’asilo notturno “Il Fogolâr” di via Pracchiuso, quasi tremila per le persone accompagnate dall’asilo nido “La Casetta a colori” di via Ribis e 18.700 per profughi ucraini in accoglienza.

Articoli correlati

Poste italiane cerca portalettere

Poste Italiane ricerca in Friuli-Venezia Giulia portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro domenica 26 maggio, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del…