Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Economia

Edi Snaidero eletto presidente industrie europee del mobile

Gli obiettivi: «Superare l’impatto della crisi globale causata dal coronavirus» e «preparare l’industria a prosperare nella transizione verde e digitale, che Efic sostiene pienamente»

Edi Snaidero è il nuovo presidente della Confederazione Europea delle Industrie del Mobile: è stato nominato, oggi dall’assemblea Generale Straordinaria, per il periodo dal 2021 al 2024.

Snaidero è presidente della Snaidero Rino, e consigliere incaricato del ‘gruppo cucine’ di Assarredo all’interno di FederlegnoArredo. “E’ il terzo presidente che FederlegnoArredo esprime in Europa, dopo Paolo Fantoni in EPF (European Panel Federation) e Michele Falcone in FEMB (Federazione europea dei mobili per ufficio). Un presidio strategico – sottolinea una nota di FederLegnoArredo -, dato che sempre di più l’Europa è la sede in cui vengono discusse normative che hanno un forte impatto nella vita quotidiana delle imprese. Obiettivo della presidenza Snaidero, sulla scia del lavoro svolto dal predecessore Markus Wiesner, sarà quello di rafforzare la presenza di Efic nei tavoli di lavoro e instaurare un dialogo costante e fruttuoso con le istituzioni al fine di tutelare le istanze dell’industria del settore”.

“Sono lieto – commenta Edi Snaidero – di assumere il ruolo di presidente dell’EFIC da Markus Wiesner, che ha guidato con successo l’organizzazione per quasi un decennio, non solo facendo crescere la confederazione ma anche rafforzando il ruolo dell’EFIC nell’arena di Bruxelles, e farò ogni sforzo per continuare l’eccellente lavoro svolto e sostenere le industrie europee del mobile. Lavoreremo insieme non solo per superare l’impatto della crisi globale causata dal coronavirus, ma anche per preparare l’industria a prosperare nella transizione verde e digitale, che EFIC sostiene pienamente”.

Articoli correlati

Il Premio Carli alle sorelle Nonino

Le sorelle Antonella, Cristina ed Elisabetta Nonino, figlie di Giannola e Benito – a cui si deve la  rivoluzione della Grappa, con la creazione della prima Grappa Monovitigno – sono tra i vincitori del XV Premio Guido Carli,…