Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Cronaca

Il Questore: “Nessun allarme sicurezza in Borgo Stazione”

L’episodio aveva creato non poco allarme tra negozianti e residenti. Il rapinatore è un ultrasettantenne di origini palermitane. Il Questore: ”L’allarme criminalità in quella zona è inesistente. Non ci sono elementi di preoccupazione – ha aggiunto – e nel caso dovessero emergere siamo fermi e decisi”

La Polizia ha arrestato e posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione udinese l’uomo che il pomeriggio del 2 marzo scorso rapinò la titolare di un negozio di biancheria in via Aquileia a Udine. Si tratta di un uomo di 72 anni, A.B., originario di Palermo ma residente in città, accusato di rapina e sequestro di persona. Quel pomeriggio il rapinatore entrò nel negozio fingendosi un anziano cliente interessato all’acquisto di alcune coperte. E mentre la titolare del negozio si stava recando nel magazzino per fargli vedere della merce, la spinse all’interno della stanza e la chiuse dentro a chiave, allontanandosi con circa 200 euro contenuti nel registratore di cassa. La negoziante rimase chiusa per circa un’ora, liberata solo intorno alle 19 da una cliente che, entrata nel negozio, aveva sentito le sue invocazioni di aiuto. L’intuito investigativo dei poliziotti della Squadra Mobile, diretta dal Vice Questore Aggiunto Massimiliano Ortolan, aveva quindi consentito di concentrare i sospetti nei confronti dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine. Gli elementi raccolti a suo carico hanno indotto il gip ad applicare la misura cautelare degli arresti domiciliari, eseguita dalla Polizia.

“L’episodio aveva ingenerato particolare allarme in residenti e commercianti di Borgo Aquileia e Borgo Stazione e avevamo assicurato il nostro impegno per individuare il responsabile ed assicurarlo alla giustizia”. Lo ha dichiarato il Questore di Udine Claudio Cracovia esprimendo soddisfazione per le indagini della Squadra Mobile. ”Dati alla mano, l’allarme criminalità in quella zona è inesistente. Non ci sono elementi di preoccupazione – ha aggiunto – e nel caso dovessero emergere siamo fermi e decisi a intervenire. Se non possiamo scongiurare tutti i reati, quantomeno una risposta c’è, è efficace ed è rapida”.

Preso l’autore della rapina con sequestro di persona al negozio Bassetti del 2 marzo scorso

Articoli correlati

Poste italiane cerca portalettere

Poste Italiane ricerca in Friuli-Venezia Giulia portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro domenica 26 maggio, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del…