Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Chiesa

L’Arcivescovo visita la Collaborazione di Pasian di Prato

Pasian di Prato, Santa Caterina, Colloredo di Prato e Passons saranno la prossima tappa della visita pastorale di mons. Andrea Bruno Mazzocato, sabato 29 e domenica 30 ottobre.

Quattro comunità con una storia paesana, ma che, per la vicinanza a Udine, stanno acquisendo «dinamiche cittadine». Realtà alla ricerca quindi di una nuova identità che il cammino di collaborazione non potrà che favorire. Lo afferma a “La Vita Cattolica” don Ilario Virgili, parroco coordinatore della Collaborazione pastorale di Pasian di Prato che, sabato 29 e domenica 30 ottobre, accoglierà la visita pastorale dell’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato.

Il programma della Visita

Sabato 29 ottobre 2022, alle 15.30 nell’oratorio di Pasian di Prato: incontro con gli operatori pastorali. Alle 18.00 a Colloredo di Prato celebra la S. Messa (ci saranno le altre messe festive della vigilia nelle altre parrocchie).

Domenica 30 ottobre, alle 9.30 in canonica a Pasian di Prato incontra il sindaco e l’amministrazione comunale. Alle 10.30, sempre a Pasian di Prato, celebra la S. Messa per tutta la Collaborazione Pastorale (non ci sarà la Messa delle 9.00 né nessun’altra Messa della mattina nelle parrocchie della C.P.; resta la Messa delle 19.00).

L’inserto sul nostro giornale

«La Vita Cattolica» accompagna i passi dell’Arcivescovo nelle 54 Collaborazioni pastorali con altrettanti inserti, dedicati, di volta in volta, alle singole Cp. Gli inserti, dal titolo «In viaggio nelle Collaborazioni pastorali» sono pubblicati nel numero del settimanale diocesano immediatamente precedente il fine-settimana di Visita da parte dell’Arcivescovo.

L’inserto dedicato alla Collaborazione pastorale di Pasian di Prato, pubblicato con il numero del 26 ottobre 2022, si apre con un’intervista al parroco coordinatore, don Ilario Virgili. A seguire, un approfondimento sugli ambiti catechistico e comunicativo. Riflettori accesi, poi, sul centro riabilitativo de “La Nostra Famiglia”, presente nel territorio della Cp e legato anche alle parrocchie. Finestre aperte, infine, sui primi germogli di collaborazione tra comunità e su alcune curiosità ecclesiali del territorio.

Articoli correlati

Il nostro «sì» per tutta la vita

Raymond ha assaporato la gioia e l’entusiasmo dello spendersi per la Chiesa grazie al nonno catechista, in Ghana. Bernard, pure lui ghanese, ha lasciato un lavoro avviato in banca per seguire la vocazione. Insieme sono giunti…