Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Cronaca

Maltempo, Fedriga: “Il sistema ha tenuto”

 Incontro con sindaci dei Comuni colpiti dal nubifragio nelle scorse ore. Bene opere e interventi della Protezione civile

“Anche se ci sono state delle criticità causate dalla forte ondata di maltempo di ieri, in Friuli Venezia Giulia complessivamente il sistema ha tenuto. Di questo risultato dobbiamo ringraziare tutti coloro che nei momenti più critici scendono in campo per aiutare e supportare i cittadini della nostra regione e in particolare la Protezione civile, la quale già dalla tempesta Vaia ha realizzato opere importanti che oggi consentono alla nostra regione di essere maggiormente resiliente”. Lo ha dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante il sopralluogo di questa mattina nelle zone colpite dal maltempo, compiuto assieme al vicegovernatore con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi. Nel corso dell’ispezione, lungo il corso del Tagliamento, del Meduna e del Cellina, i vertici della Regione hanno incontrato i sindaci di Pordenone Alessando Ciriani, di Pasiano di Pordenone Edi Piccinin, di Latisana Daniele Galizio e di Prata di Pordenone Dorino Favot.

Fedriga ha spiegato che “negli ultimi due anni, attraverso il coordinamento della Protezione civile, in Friuli-Venezia Giulia sono stati rapidamente realizzati interventi a tutela della popolazione e del territorio attraverso un modello efficiente e funzionale. Ora il nostro obiettivo è mettere in sicurezza l’intero territorio, quindi la Regione intende proseguire con decisione sulla base del modello operativo adottato, che ha consentito di dare risposte concrete alle reali necessità dei cittadini”.

Facendo il punto della situazione il vicegovernatore Riccardi ha spiegato che “l’area maggiormente colpita è quella del Pordenonese occidentale, ovvero quella nella quale le precipitazioni sono state maggiori, per la quale sono già previsti alcuni interventi. A Barcis registrati 760 millimetri di pioggia, con un conseguente innalzamento dei livelli del Noncello, del Meduna e del Livenza. Inoltre, il maltempo ha messo in evidenza la fragilità di alcune zone della montagna friulana, con l’interruzione dei collegamenti con delle frazioni del Comune di Forni Avoltri e l’interruzione della Strada statale 251 della Val Cellina. Fortunatamente i disagi sono stati più contenuti nell’area costiera dove si sono verificate alcune mareggiate”.

Articoli correlati

Poste italiane cerca portalettere

Poste Italiane ricerca in Friuli-Venezia Giulia portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro domenica 26 maggio, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del…