Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Chiesa

Pentecoste, domenica in Cattedrale oltre 50 adulti alla Cresima

Nel solenne pontificale presieduto dall’Arcivescovo. Sabato 4 Veglia con le aggregazioni laicali

Culminerà con una grande veglia presieduta dall’Arcivescovo di Udine in Cattedrale, a Udine, sabato 4 giugno alle ore 20.30, la Novena che sta vedendo alternarsi in questi giorni nella preghiera diverse decine di gruppi laicali della Diocesi in prossimità di Pentecoste. Il giorno seguente, nella solennità di Pentecoste, mons. Mazzocato presiederà il solenne pontificale alle 10.30 (la celebrazione sarà trasmessa in diretta da Radio Spazio).

Durante la S. Messa anche quest’anno un gruppo di adulti concluderà il proprio cammino d’iniziazione cristiana: oltre cinquanta le persone che proprio nel solenne Pontificale riceveranno infatti il sacramento della Cresima. A loro, e a padrini e madrine, si ricorderà che Pentecoste è la solennità che richiama ogni anno la prima effusione dello Spirito Santo sugli apostoli, riuniti in preghiera nel cenacolo – ricorda mons. Luciano Nobile, arciprete della Cattedrale; quello stesso dono che Gesù Risorto continua a rinnovare ad ogni cristiano.

La maggior parte di questi adulti proviene da Udine e dai paesi limitrofi, riferisce il parroco del Duomo. Si sono preparati alla Cresima nelle parrocchie di S. Giuseppe, S. Marco e del Sacro Cuore e ciascuno di loro si è avvicinato a questo sacramento sotto diverse spinte: chi perché ha sentito il desiderio di completare il proprio cammino di iniziazione cristiana in vista del matrimonio, chi per la volontà di fare da padrino o da madrina ad un Battesimo, chi perché da adulto ha sentito questo richiamo. «Ricomincianti», così li definisce mons. Nobile, che «si sono riavvicinati alla fede e che oggi hanno una gran sete di riprendere in mano il senso del loro Battesimo e di ritrovare un rapporto con il Signore. Persone che nella maturità hanno sentito il bisogno di una vita spirituale e questo le ha spinte a porsi degli interrogativi. Martedì 1° giugno, in Cattedrale, si sono riuniti per celebrare insieme il sacramento della penitenza, in vista delle Cresime. «Un bellissimo momento, molto toccante, questo abbraccio con il perdono del Signore e con la sua misericordia – conclude mons. Nobile –. E tutti noi dobbiamo essere grati al Signore che, nei momenti più vari della vita, continua a chiamare a sé».

Articoli correlati

Il nostro «sì» per tutta la vita

Raymond ha assaporato la gioia e l’entusiasmo dello spendersi per la Chiesa grazie al nonno catechista, in Ghana. Bernard, pure lui ghanese, ha lasciato un lavoro avviato in banca per seguire la vocazione. Insieme sono giunti…