Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Chiesa

Via Crucis nei viali dell’ospedale

Presieduta da mons. Andrea Bruno Mazzocato, sarà animata dai giovani della città

Una fiaccola accesa può significare tante cose. Sicuramente è segno di una preghiera che arde e che illumina non solo i volti, ma anche i cuori di chi la regge. Venerdì 17 marzo saranno moltissime le fiaccole di preghiera accese tra i viali dell’ospedale civile “Santa Maria della Misericordia” di Udine, per quella che è divenuta una celebrazione tradizionale della quaresima udinese. Appuntamento alle 20.30 dall’ingresso di via Colugna, esternamente al padiglione n. 8. La celebrazione si concluderà nella chiesa dell’ospedale.

Saranno i giovani del Vicariato urbano ad alternarsi nell’animazione delle nove stazioni previste: da Tavagnacco a Campoformido, dalle Parrocchie del centro cittadino alla CP Udine sud-est, passando per Pasian di Prato, Basaldella, San Giuseppe e San Marco. Al centro delle loro riflessioni ci saranno i personaggi biblici che la pratica devozionale della Via Crucis posiziona lungo le sue varie stazioni: Maria, Pietro, Simone di Cirene, Giuseppe di Arimatea e diversi altri.

Celebrare proprio una Via Crucis significa porre in essere un importante segno di vicinanza e solidarietà della Chiesa udinese – in particolare del Vicariato cittadino – nei confronti di chi in ospedale gioisce o soffre, spera o combatte contro la malattia. Si tratta, inoltre, di un segno di vicinanza nei confronti dei sanitari e del loro prezioso lavoro di cura.

In caso di maltempo la celebrazione si svolgerà interamente nella chiesa ospedaliera.

Articoli correlati

Il nostro «sì» per tutta la vita

Raymond ha assaporato la gioia e l’entusiasmo dello spendersi per la Chiesa grazie al nonno catechista, in Ghana. Bernard, pure lui ghanese, ha lasciato un lavoro avviato in banca per seguire la vocazione. Insieme sono giunti…