Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Chiesa

Voto cittadino, Udine si affida alla Madonna

L’appuntamento, come sempre, al Santuario cittadino della Beata Vergine delle Grazie. Non a caso, durante il periodo del lockdown l’Arcivescovo Mazzocato ha voluto celebrare proprio in questo santuario le Sante Messe, feriali e festive, trasmesse in diretta televisiva, un invito rivolto a stringersi in preghiera attorno alla B.V. delle Grazie.

Domenica 25 ottobre alle ore 17 nel Santuario della Beata Vergine delle Grazie a Udine si rinnova il voto cittadino con una solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, che avrà a fianco i parroci della città.

Il «voto cittadino», istituito nel 1555 per debellare la peste, ripetuto più volte nei momenti di grandi tragedie e difficoltà che hanno segnato la storia della città, è diventato un appuntamento annuale importante che riunisce autorità civili e religiose per un grande omaggio alla Madonna delle Grazie e per chiedere la sua protezione su Udine. Una celebrazione che quest’anno assume un significato ancor più profondo trovandoci in tempo di pandemia. Non a caso, durante il periodo del lockdown l’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, ha voluto celebrare proprio in questo santuario le Sante Messe, feriali e festive, trasmesse in diretta televisiva, un invito rivolto alla comunità diocesana a stringersi in preghiera attorno alla B.V. delle Grazie.

Articoli correlati

Il nostro «sì» per tutta la vita

Raymond ha assaporato la gioia e l’entusiasmo dello spendersi per la Chiesa grazie al nonno catechista, in Ghana. Bernard, pure lui ghanese, ha lasciato un lavoro avviato in banca per seguire la vocazione. Insieme sono giunti…