Regione

«Rischiamo di cominciare il prossimo anno scolastico con cattedre e posti vuoti e un nuovo esercito di precari». È il segretario della UIL Scuola del Friuli-Venezia Giulia, Ugo Previti, a tracciare la situazione del mondo scolastico regionale, con uno studio effettuato sulle domande di pensionamento e sulle richieste di quota 100 già presentate: 786 al momento, tra docenti e personale Ata.

Convenzione tra Carnia Industrial Park e Silent Alps, il Consorzio Turistico Arta Terme Benessere Alpino, a favore di imprenditori, professionisti e tutti coloro che, per necessità lavorative legate alle attività delle aziende insediate nel Parco industriale, hanno bisogno di pernottare nei pressi di Tolmezzo ed Amaro per una o più notti

L'assessore Zannier: «Si tratta di un'ottima notizia per le aziende agricole del Friuli Venezia Giulia che, essendo state pesantemente danneggiate da questo insetto, auspico potranno disporre di risorse rilevanti»

Audizione in Consiglio regionale. L'assessore Bini: le strade percorribili sono ottenere la Cassa integrazione per 12 mesi e poi attivare la mobilità per 24 mesi, dunque avere 3 anni di copertura dell'80% dello stipendio.

I dati dell'Arpa. Anche la temperatura del mare ha risentito del surriscaldamento dell'atmosfera. Non è un azzardo ipotizzare un conseguente riassetto dell’ecosistema marino, con specie di alghe e di pesci che lasceranno il posto a un altro tipo di biosfera marina.

Tonutti all'Azienda regionale di coordinamento per la salute (Arcs); Poggiana all'Azienda sanitaria universitaria integrata Giuliano Isontina (AsuGI); Braganti all'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale (AsuFC); Polimeni all'Azienda sanitaria Friuli Occidentale (AsFO); Tosolini al Cro di Aviano; Dorbolò al Burlo Garofolo di Trieste.

Secondi in Italia anche per numero di ascoltatori radiofonici. Cresce la partecipazione agli eventi. Tutte le curiosità dell'Annuario statistico regionale. 1.215.220 i residenti in Friuli-Venezia Giulia, di cui 110.193 cittadini stranieri. Questi ultimi sono aumentati del 3,3% rispetto al 31 dicembre 2017 e rappresentano il 9,1% della popolazione.