Regione
stampa

110 beni da valorizzare, intesa Regione-Demanio

Circa una novantina sono ex caserme, strade militari e palazzine non più utilizzate dall’Esercito. Potranno essere ceduti ai Comuni oppure immessi sul mercato. Tra questi l'ex palazzina ufficiali a Gemona del Friuli e il Museo militare di Palmanova (nella foto)

110 beni da valorizzare, intesa Regione-Demanio

È stato siglato martedì 14 maggio a Udine un protocollo d'intesa tra la Regione e l'Agenzia del Demanio. L’obiettivo è l'avvio di iniziative di razionalizzazione, dismissione e valorizzazione dei patrimoni immobiliari pubblici e di semplificazione delle procedure di trasferimento dei beni demaniali da Stato a Regione. Il protocollo – riporta in una nota la Regione –, prevede l'istituzione di un tavolo tecnico per l'attuazione degli obiettivi comuni a partire dalla condivisione dei dati sul portafoglio di immobili pubblici che potranno essere ceduti agli enti locali. In alternativa i beni potranno essere immessi sul mercato. Secondo la Regione, presente con l'assessore regionale alle Finanze e Patrimonio, Barbara Zilli, si tratta di un passaggio operativo importante per soddisfare le esigenze in primis dei Comuni, con il duplice vantaggio di sgravare Regione e Stato dall'onere di gestire immobili non più di utilità strategica e di restituire beni alle comunità locali.

Gli immobili sono 110 e di questi 89 sono di proprietà del ministero della Difesa. Si tratta per lo più di ex caserme, strade militari o palazzine non più utilizzate dall'Esercito. Comuni e Regione hanno espresso interesse a poter entrare in possesso di un'altra ventina di beni considerati utili per finalità di sviluppo locale. Tra questi, ad esempio, l'ex palazzina ufficiali a Gemona del Friuli, il castello di Gradisca, il museo militare di Palmanova, il lungomare Trieste a Lignano, gli ex alloggi militari a Casarsa della Delizia e a Chiusaforte. Da questo protocollo la Regione intende dare impulso all'economia e avviare celermente il recupero di immobili in disuso e aree abbandonate. In una prima fase Regione e Demanio – si legge ancora nella nota – saranno impegnate nella raccolta di informazioni e condivisione delle reciproche banche dati. La Commissione paritetica sarà impegnata a velocizzare le procedure di dismissione. È prevista anche una collaborazione con gli ordini professionali.

110 beni da valorizzare, intesa Regione-Demanio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento