Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
ChiesaUdine e dintorni

Settanta adulti verso la Cresima in Cattedrale

Durante la S. Messa di Pentecoste, il 19 maggio in Cattedrale a Udine, anche quest’anno un nutrito gruppo di adulti concluderà il proprio cammino d’iniziazione cristiana: sono oltre settanta le persone che proprio nel solenne Pontificale presieduto dall’arcivescovo mons. Riccardo Lamba riceveranno infatti il sacramento della Cresima. A loro, e a padrini e madrine, nella celebrazione di domenica si ricorderà che Pentecoste è la solennità che richiama ogni anno la prima effusione dello Spirito Santo sugli apostoli, riuniti in preghiera nel cenacolo, quello stesso dono che Gesù Risorto continua a rinnovare ad ogni cristiano.

La maggior parte dei cresimandi adulti che riceverà il Sacramento domenica proviene da Udine e dai paesi limitrofi, riferisce il parroco del Duomo, mons. Luciano Nobile. Si sono preparati alla Cresima nelle parrocchie di S. Giuseppe, S. Marco e del Sacro Cuore. «Ricomincianti», così li definisce l’arciprete, persone che nella maturità hanno sentito il bisogno di una vita spirituale. Alcuni di loro desiderano completare l’iniziazione cristiana prima di celebrare il matrimonio, altri essere idonei a fungere da padrini o madrine. «Tutti noi dobbiamo essere grati al Signore che, nei momenti più vari della vita, continua a chiamare a sé», conclude mons. Nobile.

Cresime di adulti anche a Palmanova

Celebrazione delle Cresime a Palmanova, foto di Giovanni Gabassi

Domenica 12 maggio anche a Palmanova l’arcivescovo Lamba ha celebrato le Cresime di un gruppo di adulti, tra i 20 e i 48 anni, provenienti dalle parrocchie di tutta la Forania. Dialogando con i cresimandi con semplicità ed empatia, mons. Lamba richiamando il tema dell’Ascensione ha ricordato loro che Dio è presente sempre nella vostra vita, anche se non lo vediamo.

Cresime a Palmanova, foto di Giovanni Gabassi

Articoli correlati

Il nostro «sì» per tutta la vita

Raymond ha assaporato la gioia e l’entusiasmo dello spendersi per la Chiesa grazie al nonno catechista, in Ghana. Bernard, pure lui ghanese, ha lasciato un lavoro avviato in banca per seguire la vocazione. Insieme sono giunti…