Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Economia

Terziario Fvg, cresce la fiducia delle imprese e più ricavi

Confcommercio: «Il turismo si conferma locomotiva»

Cresce la fiducia delle imprese del terziario del Friuli-Venezia Giulia sull’andamento della propria attività, con un sentiment circa l’andamento dell’economia italiana nel terzo trimestre 2023 che resta stabile, migliore rispetto a quello registrato a livello nazionale. Il dato emerge dall’Osservatorio curato per Confcommercio Fvg da Format Research e presentato giovedì 19 ottobre a Udine.

Secondo il direttore scientifico della società di ricerca, Pierluigi Ascani, «le aspettative migliorano anche nella prospettiva a tre mesi, in vista del Natale, alla luce di un terzo trimestre 2023 che ha fatto registrare un miglioramento dei ricavi». Sono invece in difficoltà le aziende del commercio al dettaglio non alimentare.

Il turismo, ha osservato il presidente regionale di Confcommercio Giovanni Da Pozzo, «si conferma vera e propria locomotiva del tessuto economico delle imprese del terziario in Fvg. Il dato delle strutture di ricezione alberghiera, in particolare, è nettamente migliore rispetto alla media nazionale».

Quattro imprese del terziario Fvg ogni cinque prevedono un consolidamento o addirittura un miglioramento del fatturato 2024 rispetto a quello del 2023. Per rafforzare i comparti del terziario, la soluzione dei Distretti del commercio pare intanto essere la formula giusta: il focus dell’Osservatorio evidenzia che quasi il 54% delle imprese del commercio e del turismo del Fvg ritengono importanti iniziative come queste. Le imprese del commercio e del turismo che operano in comuni già coperti da un Distretto del commercio sono 4.200 e quasi il 52% sono soddisfatte. Inoltre, il 63% ritiene che risiedere in un territorio coperto da un Distretto del commercio migliorerà le prospettive di crescita in termini di fatturato entro i prossimi due anni.

Nella foto: Pierluigi Ascani, Giovanni Da Pozzo e Sergio Emidio Bini

Articoli correlati

Piccole imprese, prestiti in calo

Il calo dei prestiti alle piccole imprese a marzo 2024 è il più intenso dal marzo 2012 (-8,1% la media italiana) e in questa cornice il Friuli-Venezia Giulia si colloca all’ultimo posto della classifica delle regioni…