Abbonati subito per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie
Cronaca

Truffe agli anziani, banda in manette

Due campani avevano posto la loro base a Trieste ma razziavano anche in Friuli e in Veneto

Due truffatori specializzati nei raggiri a persone anziane nel centro di Trieste e in altre località del Nordest sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Trieste, diretta da Marco Calì. In manette sono finiti Raffaele Piscopo e Michele Gargiulo, di origini campane ma che si erano stabiliti nel capoluogo giuliano per le proprie azioni. Il meccanismo delle truffe era collaudato: spacciandosi per avvocati, i due si facevano preannunciare da una telefonata alla vittima da parte di finti assicuratori o appartenenti alle forze dell’ordine, raccontando loro di un incidente stradale provocato un familiare, e chiedendo consistenti somme di danaro o monili per evitare l’arresto del congiunto. Dopo l’ultima truffa perpetrata a Trieste l’altro ieri, gli agenti della Squadra Mobile hanno fatto scattare controlli a largo raggio dalle prime ore dell’alba, in particolare a vari caselli autostradali e vie di collegamento con la città, in collaborazione con i colleghi della Questura di Venezia. E’ stata individuata un’automobile in uso ai malviventi, bloccati dopo una truffa ai danni di un anziano a Portogruaro. Le successive perquisizioni hanno consentito di recuperare tutta la refurtiva relativa alle truffe di Trieste e Portogruaro, più altri preziosi di provenienza illecita. Gli investigatori ritengono che i due siano responsabili di numerose truffe tra Belluno, Gorizia, Padova, Pordenone, Treviso, Trieste, Venezia, e altre città del Nordest.

Articoli correlati

Poste italiane cerca portalettere

Poste Italiane ricerca in Friuli-Venezia Giulia portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro domenica 26 maggio, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del…